Si è tenuta questa mattina una riunione a distanza tra le Agenzie del Trasporto Pubblico della Lombardia, Trenord e la Regione, convocata dall’assessore Claudia Terzi. La riunione ha avuto lo scopo di coordinare al meglio le decisioni inerenti i servizi di trasporto pubblico nella complessa fase di gestione dell’emergenza COVID-19. Nel quadro della richiesta che Regione Lombardia ha avanzato al Governo di rendere più severe le norme per il contenimento della diffusione del virus si è convenuto che, a meno di decisioni contrarie dell’autorità sanitaria competente, i servizi di trasporto pubblico debbano essere ricompresi fra i servizi essenziali e, pertanto, debba essere salvaguardato il livello minimo di servizio in grado di garantire la mobilità dei cittadini, pur nei limiti stringenti indicati dal DPCM 9 marzo 2020.

Regione e Agenzie hanno anche convenuto che si ponga particolare attenzione ad evitare qualsiasi situazione di affollamento dei mezzi che possa impedire il rispetto delle indicazioni di distanziamento minimo delle persone e, nel contempo, che si suggerisca alle Aziende di trasporto di adottare in modo generalizzato accorgimenti di regolamentazione della salita e discesa dei passeggeri, e distribuzione degli stessi a bordo mezzo,  in grado di garantire la necessaria sicurezza del personale di guida.

Il presidente Daniele Barbone ha richiamato anche l’attenzione sull’importanza, condivisa da tutti i partecipanti alla riunione, di chiedere al Governo, nel quadro dell’adozione dei provvedimenti di supporto economico alle aziende e ai cittadini, di prevedere risorse specifiche destinate a supportare il trasporto pubblico locale, garantendo l’equilibrio economico e finanziario dei contratti di servizio, a fronte della fortissima riduzione degli introiti tariffari. L’assessore Terzi ha fatto propria tale richiesta, chiedendo alle Agenzie di fornire al più presto una stima economica dell’entità dei minori introiti tariffari, in modo da potersi fare portavoce diretta con il Governo di tale necessità.