Prerequisito fondamentale del ridisegno della rete di trasporto pubblico è la definizione dello STIBM: il Sistema Tariffario Integrato dei Bacini di Mobilità. Lo STIBM è previsto e normato dal Regolamento Regionale 4/2014 e dalla Legge Regionale 06/2012.

Obiettivi dello STIBM

  • Semplificare la comprensione della struttura delle tariffe e adottare un sistema semplice e facilmente comunicabile.
  • Ridurre il numero di titoli necessari per effettuare uno spostamento.
  • Garantire l’equilibrio economico-finanziario del nuovo sistema di trasporto pubblico integrato.
  • Definire una base comune di determinazione delle agevolazioni tariffarie.

Modello tariffario proposto

Il programma di bacino, approvato il 10 gennaio 2019, propone un sistema zonale a corone tariffarie concentriche. Le corone tariffarie si generano a partire dalle 3 principali polarità urbane del bacino (Milano, Lodi e Pavia) e ogni corona costituisce un’unità tariffaria (zona).

La tariffa dipende dal numero di zone attraversate e da alcuni valori fissi:

  • una tariffa di accesso al sistema, il cui valore proposto è di € 0,80;
  • una tariffa unitaria per ogni zona attraversata, pari a € 0,40.

Titoli, tariffe e agevolazioni

Con l’introduzione dei nuovi titoli integrati vengono superati gli attuali titoli di viaggio: urbani, interurbani e cumulativi e con validità limitata ad alcuni mezzi di trasporto, come i titoli esclusivamente ferroviari. L’offerta dei titoli base proposti comprende biglietti ordinari, 10 corse e giornalieri (1 e 3 giorni), e abbonamenti settimanali, mensili e annuali.

Al fine di evitare effetti distorsivi derivanti dal salto tariffario, come nei casi di spostamenti brevi posti a cavallo tra due zone, viene proposta la regola di vendita di titoli base per un numero minimo di 2 zone tariffarie. Per quanto riguarda i centri corona del sistema: nel caso di Lodi e Pavia viene individuata un’area di 5 km di raggio corrispondente a 2 zone tariffarie; nel caso di Milano, viene considerata un’area di 10 km di raggio comprendente anche i Comuni di prima cintura interessati, alla quale viene attribuito un valore di 3 zone.

Di seguito una tabella che riporta la variazione della tariffa dei titoli ordinari in funzione delle zone tariffarie di validità:

Le agevolazioni di base, previste dalla proposta e valide in tutto il bacino, si articolano in:

  • agevolazioni per età del titolare del titolo (under 14, under 26 e over 65);
  • agevolazioni legate al reddito famigliare (ISEE <= € 6.000,00);
  • sconti per titoli con limitazione all'utilizzo (abbonamenti Off peak, utilizzabili nei giorni feriali escluse le ore di punta).

Ulteriori agevolazioni possono essere introdotte dalle singole amministrazioni locali, con validità limitata ai propri residenti o, in generale, ai servizi di propria competenza.